Poiana Brasov, il villaggio sciistico più famoso in Romania. Come arrivare

Poiana Brasov

La Transilvania regala magiche emozioni… anche in alta quota. Senza necessariamente allontanarsi troppo.

Ad appena 10 chilometri dalla splendida Brasov, potrete trascorrere una fantastica vacanza nella destinazione sciistica più importante di tutta la Romania: Poiana Brasov.

Un luogo da ammirare non solo in inverno, quando è preso d’assalto principalmente dai turisti che amano praticare gli sport sulla neve, ma anche durante le altre stagioni. Perfettamente organizzato e attrezzato, è un villaggio sciistico che saprà certamente farsi apprezzare.

Il 2013 lo ha consacrato a livello europeo con l’organizzazione del Festival olimpico giovanile invernale europeo, ospitato proprio nel resort rumeno.

Poiana Brasov

Photo ©, Surovyi

COME ARRIVARE A POIANA BRASOV

Brasov è la miglior base per raggiungere la destinazione, perché situata ad appena 10 chilometri di distanza.
La città, inoltre, è davvero bella: è quasi d’obbligo trascorrerci almeno una giornata se volete andare a Poiana Brasov.

In inverno è preferibile utilizzare esclusivamente i mezzi pubblici perché sulle strade di montagna, fatta eccezione per il tratto più turistico, troverete neve e condizioni non ottimali.

In aereo, Bucarest è un’ottima base. L’aeroporto internazionale offre collegamenti diretti con numerose Capitali e destinazioni europee.
Dalla Capitale è preferibile raggiungere Brasov e, successivamente, Poiana Brasov.

BUS 20

RATB è un’eccellente azienda di trasporto pubblico che offre collegamenti in tutta Brasov e nelle destinazioni limitrofe.
La linea 20 collega tutti i giorni Livada Postei e Poiana, dalle 06:00 alle 23:30, con partenze ogni 20 e 30 minuti. Sabato e domenica la prima corsa parte alle 06:30.
Il bus ferma a Bellevue Residence, Warte, Facultativa, Facultativa II e Poiana Mica.
Il biglietto costa 6.00lei per un viaggio di sola andata.

Lascia un commento

Il Villaggio



I Dintorni

Speciale Romania

Prenotazioni

Mappa del Villaggio

Condividi l'articolo